Guida alla Scelta degli Auricolari

Guida all'acquisto degli auricolari

Con l’avvento di lettori Mp3, smartphone e tablet, la musica è con noi durante tutto l’arco della giornata, la si ascolta per caricarsi al mattino o magari per rilassarsi durante una pausa sul lavoro.

Rimane comunque un fatto: per ascoltare al meglio la propria musica è bene procurarsi degli auricolari di qualità.

Come scegliere gli auricolari?

Per ciò che concerne la struttura dell’auricolare in sé bisogna attenersi molto alle necessità della persona, in particolare quando si deve scegliere tra in-ear ed auricolari classici.

Gli auricolari in-ear sono quelli con la protuberanza che si infila all’interno dell’orecchio. Questi danno una buona sensazione di isolamento, sono utili in luoghi rumorosi, ma in molti possono trovarli scomodi e poco pratici.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche dell’auricolare, invece, solitamente i valori più importanti da prendere in considerazione sono:

  • Frequenza
  • Sensibilità
  • Impedenza (misurata in Ohm)

La risposta in frequenza è un valore molto importante, ma è bene partire dal fatto che l’uomo percepisce un range di suoni che va tra i 20 Hz ed i 20.000 Hz e solo pochi casi riescono ad andare oltre.

In tal senso un buon auricolare è quello che riesce a coprire tali frequenze, ancor meglio se va oltre, come nel caso di un auricolare con frequenza 18.000 Hz – 22.000 Hz, in modo che determinati suoni non vengano tagliati.

La sensibilità, invece, riguarda il volume e la capacità degli auricolari di rimanere fedeli al suono, non distorcendo, anche ad elevati volumi.

Più il valore è alto, migliore sarà la resa delle cuffie, anche se bisogna dire che le normative vigenti stanno cercando di porre un limite alla potenza di cuffie ed auricolari.

L’ultimo valore da prendere in considerazione è il più complesso, vale a dire l’impedenza. Misurata in Ohm, l’impedenza per auricolari e dispositivi non professionali va dai 32 Ohm in giù.

Immaginando di tenere il volume del nostro ipod o smartphone allo stesso livello, con un auricolare a 16 Ohm il volume percepito sarà più alto, rispetto ad un 32 Ohm. Ovviamente chi utilizza cuffie a 32 Ohm sarà portato ad alzare un po più il volume, mettendo sotto sforzo la batteria.

D’altro canto, però, va segnalato come le cuffie a 32 Ohm producano un suono più caldo e corposo, talvolta più piacevole e reale, rispetto a quelle con impedenza minore.

La domanda che nasce spontanea in questi casi è: “Quindi prendo gli auricolari a 16 o 32 Ohm?“.

In molti sostengono che sia giusto rispettare l’impedenza in uscita della sorgente, quindi (prendendo il caso di iPod che ha un’uscita di 32 Ohm) sia consigliabile prendere auricolari con la stessa impedenza.

Ovviamente il test migliore è quello fatto col proprio orecchio e a seconda dei propri gusti.

Chi preferisce suoni profondi potrebbe orientarsi verso auricolari a 32 Ohm, mentre chi è più per un volume alto potrebbe optare per un impedenza minore.

Ora tocca a te fare la scelta giusta, il nostro consiglio è quello di, quando possibile, provare gli auricolari e decidere successivamente, in particolar modo per ciò che concerne la scelta tra in-ear ed auricolare classico.

Lo sapevi che su Amazon puoi ordinare un prodotto, provarlo e, se non ti piace o non ti soddisfa, puoi restituirlo senza nessun costo?

Dai uno sguardo agli auricolari in vendita su Amazon.

Condividi l'articolo "Guida alla Scelta degli Auricolari" sui Social

Google +

Autore: Gianluca

Scritto il 25 marzo 2013
Categoria: Guide.
Prodotti: , , .