Tutela del Consumatore Online

Tutela de Consumatore

Attualmente esistono vari obblighi a carico dei venditori online, imposti da normative Italiane ed Europee, volti a garantire la tutela dei consumatori.

A tutti i contratti conclusi mediante l’utilizzo di sistemi informatici o telematici, vengono applicate le norme in materia di contratti negoziati fuori dai locali commerciali previste dal Decreto Legislativo n.50 del 15/01/1992, secondo i quali il venditore, più in generale l’operatore commerciale, è obbligato ad informare l’acquirente dei termini, delle modalità e delle condizioni per l’esercizio del diritto di recesso, tutto, ovviamente, per iscritto.

Per tutelare ulteriormente il consumatore è intervenuto il Decreto Legislativo n.185 del 22/05/1999 stabilendo che lo stesso consumatore, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, deve ricevere una serie di informazioni utili per decidere l’acquisto, queste informazioni devono riguardare:

  • Identità del fornitore.
  • Prezzo del bene o del servizio (comprese tutte le tasse e imposte).
  • Caratteristiche essenziali del bene o servizio.
  • Spese di consegna.
  • Modalità di pagamento.
  • Esistenza del dritto di recesso.
  • Durata della validità dell’offerta e del prezzo e durata minima del contratto (in caso di contratti per la fornitura di prodotti o la prestazione di servizi ad esecuzione continuata o periodica).

Associazioni consumatori

  • Acu – Associazione per la difesa dei consumatori e degli utenti.
  • Adiconsum – Associazione italiana difesa consumatori e ambiente promossa dalla CISL.
  • Aduc – Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori.
  • Adusbef – Associazione difesa consumatori ed utenti bancari, finanziari e assicurativi.
  • AltroConsumo – Associazione consumatori membro della Consumers International.
  • Assoutenti – Associazione difesa consumatori nei confronti di burocrazia, commercio, banche e telecomunicazioni.
  • Codacons – Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori.

Diritto di recesso

In tutti i contratti conclusi a distanza, e quindi anche negli acquisti online, è previsto il diritto di recesso.

Il consumatore può revocare il proprio ordine entro dieci giorni lavorativi dalla consegna della merce senza fornire alcuna spiegazione e senza il pagamento di penalità. Esso deve essere comunicato al fornitore per mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

La restituzione della merce, senza comunicazione scritta, non comporta automaticamente un valido diritto di recesso. Le spese di riconsegna della merce gravano sul consumatore, se previsto dal contratto; altrimenti sono a carico del venditore, che dovrà restituire il prezzo pagato dal consumatore entro 30 giorni dal ricevimento della dichiarazione di recesso.

Il diritto di recesso è escluso nei seguenti casi:

  • Acquisto di oggetti appositamente creati per il consumatore.
  • Acquisto di beni deperibili
  • Acquisto di prodotti audio, video o software sigillati che siano stati aperti dal consumatore.
  • Acquisto di giornali o riviste
  • Scommesse e lotterie
  • Acquisto di servizi che siano stati già eseguiti con il consenso del consumatore
  • Prenotazioni di volo, viaggi in treno, pacchetti turistici ed alloggi.
  • Contratti che abbiano come oggetto alimenti e bevande.

Condividi l'articolo "Tutela del Consumatore Online" sui Social

Google +

Autore: Gianluca

Scritto il 01 marzo 2012
Categoria: Guide.
Prodotti: .