Forse non sai che la maggior parte dei problemi di salute è legata al sonno.

Meno si dorme, peggio si dorme e più si è esposti a motivi di stress e di affaticamento che portano con sé disturbi anche più gravi.

Tutto comincia dal riposo notturno, che non per niente fa parte del nostro ciclo vitale, proprio per consentire a corpo e mente di rigenerarsi.

Dormire bene è importante e se non riesci a farlo devi porre rimedio immediatamente.

Ad esempio mangiando più leggero a cena, evitando di fare le ore piccole troppo spesso, evitando di usare computer e cellulari fino a tarda notte e magari anche cambiando il materasso.

Potrebbe essere proprio il materasso una delle prime cause del tuo cattivo riposo.

Ma niente paura, scegliere quello adatto a te non è per niente difficile.

Basta soltanto seguire alcuni consigli basati comunque sulle tue esigenze.

Devi valutare bene:

  • Come dormi (disteso, di fianco, prono).
  • Che problemi fisici hai (mal di schiena, problemi di cervicale).
  • Ti serve un singolo, una piazza e mezza o un matrimoniale?

Le marche di materassi moderne tendono a soddisfare più esigenze insieme, come ad esempio succede per Dorelan, Tediber, Permaflex, Eminflex, Emma e Gabrielli.

Fermo restando che comunque ciascuna possa essere famosa più per una caratteristica che per l’altra.

Scegli il materasso in base alla posizione

Se dormi sul fianco ti servirà un materasso morbido – a molle indipendenti, in Memory Foam – che permetta a spalla e anca di affondare.

Se questo non avviene in modo corretto la tua colonna vertebrale potrebbe distorcersi o essere schiacciata in alcuni punti.

Materasso morbido anche se dormi in posizione prona, per evitare di premere troppo sullo stomaco.

Per chi dorme prevalentemente sulla schiena invece la scelta deve cadere su un materasso rigido e teso (a strati, a molle rigide).

Queste caratteristiche si ritrovano in tutte le marche, quindi vai sul sicuro.

Scegli il materasso in base al problema fisico

Se la posizione in cui dormi non ha importanza, ma hai urgenza di trovare sollievo contro il mal di schiena o il dolore da cervicale o problemi di circolazione alle gambe, la tua scelta si baserà per lo più sul materasso adatto al tuo problema fisico.

Se soffri di mal di schiena, ad esempio, ti consigliamo i materassi in Memory Foam perché mantengono la colonna dritta e rilassata ma allo stesso tempo ben sostenuta nei punti giusti.

Questo genere di materassi va bene anche per chi soffre di cervicale.

I migliori sono sicuramente Emma, Dorelan, Eminflex e Tediber.

Per chi ha problemi di circolazione è consigliabile un materasso a molle indipendenti, che distribuisca il peso e il movimento in modo da non gravare su un solo punto del corpo e da creare una sorta di effetto massaggio.

Se sei obeso, il Memory Foam non va bene perché produce troppa umidità a contatto con un corpo grande che emana grande calore.

In quel caso preferisci piuttosto un tradizionale materasso a molle.

Per chi soffre di allergie o asma, invece, il materasso in lattice è la scelta giusta.

Singolo o matrimoniale?

Sembra banale ma non lo è.

Il riposo cambia molto a seconda se dormi da solo o in compagnia.

Un materasso singolo, o a una piazza e mezza, può essere scelto in base a esigenze personali ben definite.

Se condividi un matrimoniale, invece, devi regolare la scelta anche su esigenze di altre persone.

Per questo per i matrimoniali consigliamo direttamente un materasso in Memory Foam o in lattice, materiali che si adattano ad ogni corpo in base ai punti di pressione di ciascuno, e non disturbano l’altro che dorme accanto.

Se però uno dei due soffre il caldo o è obeso meglio optare per un matrimoniale a molle indipendenti: stesso effetto del Memory Foam ma senza l’accumulo di umidità che potrebbe disturbare.