Robot rasaerba: guida all’acquisto

In questo articolo ti darò dei consigli per l’acquisto di un robot rasaerba per il tuo giardino.

Prendersi cura del proprio giardino è meraviglioso, bastano infatti delle piccole attenzioni quotidiane per riuscire ad ottenere un giardino bello, accogliente, lussureggiante, un giardino da far invidia a tutti i nostri vicini di casa.

Fare giardinaggio è divertente e rilassante, ma bisogna ammettere che questo vale soprattutto per la cura delle piante e non per la cura del prato.

Tosare l’erba del prato è senza dubbio una delle attività meno piacevoli, una delle attività che solitamente si fanno con meno entusiasmo.

Fortunatamente, esistono dei piccoli robot rasaerba capaci di rasare il prato in modo del tutto autonomo, grazie ai quali potrai occuparti di ogni altro progetto nel tuo giardino e alla fine della giornata il tuo prato risulterà comunque perfetto, anzi forse anche migliore che se te ne fosti occupato di persona.

Vediamo assieme gli aspetti da prendere in considerazione prima di procedere all’acquisto di un robot rasaerba.

Sistema di navigazione

La maggior parte di questi robot rasaerba sono dotati di un sistema di navigazione che li rendono davvero “intelligenti”.

Riescono infatti a misurare la superficie del giardino che deve essere tosata e calcolano in modo del tutto autonomo un percorso di taglio.

Lavorano su bande parallele, in questo modo la rasatura dell’erba risulterà precisa e completa senza neanche quindi un centimetro di erba da dover ritoccare. In questo modo la rasatura risulterà anche molto veloce.

Lama

Un altro elemento molto importante da tenere in considerazione per l’acquisto di un robot rasaerba è la lama.

I migliori rasaerba sono quelli dotati di una o più lame molto sottile e angolate che cambiano direzione di continuo, permettendo all’erba del prato di crescere più sano di prima, un vero e proprio giardiniere insomma che si prende cura del prato al tuo posto.

Sensori

Come fare con gli ostacoli? Questa è ovviamente una domanda più che legittima perché in ogni giardino ci sono degli ostacoli che possono impedire ad un robot di lavorare al meglio.

Una panchina magari, il capanno degli attrezzi, un tavolino da giardino oppure un giocattolo lasciato in giro dai bambini.

Niente paura, molti robot rasaerba sono equipaggiati di appositi sensori che permettono di riconoscere la presenza di un ostacolo e di aggirarlo senza problemi.

Sistema di ricarica

Essendo attrezzi a funzionamento elettrico senza fili, sono dotati di batterie, quindi una volta terminata la carica si fermano e vanno collegati alla rete elettrica per ricaricarli.

Esistono però molti robot rasaerba che provvedono in maniera autonoma alla loro ricarica: quando la carica sta per esaurirsi, infatti, vanno direttamente verso la stazione di ricarica e si collegano alla rete elettrica.

In questo modo il robot risulta sempre carico e pronto a lavorare.

Rumorosità

Il problema dei principali rasaerba disponibili in commercio è che sono eccessivamente rumorosi e che consumano una quantità ingente di energia elettrica.

Fortunatamente, negli ultimi anni sono comparsi sul mercato dei nuovi rasaerba a basso consumo energetico che risultano inoltre davvero molto silenziosi, da utilizzare allora anche mentre sei in giardino a rilassarti perché non ti disturberanno affatto.

Sicurezza

Essendo prodotti dotati di lame affilate e molto taglienti è bene pensare anche alla sicurezza propria e della propria famiglia.

Ti consiglio di scegliere un robot rasaerba dotato di un codice PIN che deve essere inserito per poterlo utilizzare, in questo modo eviterai che venga messo in funzione dai bambini.

E che cosa ne pensi di un sistema di allarme integrato? Nel caso qualcuno volesse appropriarsi del tuo amato robot per il giardinaggio entrerà in funzione facendo scappare il malvivente all’istante.