Tappetino da yoga: guida all’acquisto

In questo articolo troverai alcuni consigli su come scegliere un buon tappetino per praticare lo yoga.

Il tappetino è l’accessorio fondamentale per la pratica dello yoga, ognuno ha delle caratteristiche particolari e va scelto a seconda delle proprie necessità, come il tipo di pratica svolta e il budget a disposizione.

Chi ha appena iniziato a frequentare un corso di yoga non necessita per forza di un tappetino super professionale.

Per evitare di spendere inutilmente dei soldi, bisogna prima capire se effettivamente lo yoga diventerà una vera passione, quindi una pratica svolta quotidianamente, o se è solo un’attività passeggera che verrà abbandonata nel tempo.

Ci sono dei tappetini economici che vanno benissimo per chi si affaccia per la prima volta a al mondo dello yoga, ma attenzione ai modelli che vengono venduti come tappetini yoga che in realtà sono più tappetini da fitness o da campeggio.

La caratteristica principale che deve avere un tappetino base, adatto per iniziare a praticare yoga in maniera corretta, è la superficie antiscivolo, chiamata anche grip: si tratta di una speciale texture a maglia creata appositamente per evitare di far scivolare il tappetino sul pavimento.

Il difetto più grande dei tappetini economici sta nel materiale plastico di scarsa qualità: le prime volte che si pratica lo yoga, l’antiscivolo potrebbe risultare poco adeguato ma, dopo alcuni utilizzi, la patina di plastica presente in superficie comincia a consumarsi, a vantaggio dell’aderenza tra il tappetino ed il pavimento.

Di solito un tappetino del genere costa intorno a € 20 e può durare, se si pratica yoga una volta alla settimana, fino ad un anno.

Se invece lo yoga diventa (o è già) una vera passione, allora vale la pena di spendere qualcosa in più e optare per un tappetino di qualità.

Vediamo quindi nel dettaglio tutte le caratteristiche che deve avere un tappetino da yoga di buon livello.

Aderenza del tappetino da yoga

L’aderenza è la prima cosa da verificare in un tappetino da yoga: per praticare questa disciplina in maniera sicura, è fondamentale che il tappetino aderisca bene a terra, ma anche su mani e piedi.

Ci sono alcuni tappetini in poliuretano espanso, molto morbidi, che vanno bene per alcune posizioni di base ma non per lo yoga dinamico, meglio quindi scegliere un tappetino in materiale plastico di qualità.

I tappetini più economici solitamente hanno una texture ruvida sulla superficie che tocca a terra, in modo da aderire perfettamente al suolo.

Mentre i modelli di fascia più alta spesso sono totalmente lisci, possono dare l’impressione di non essere antiscivolo ma in realtà sono totalmente aderenti sia a terra che su mani e piedi; questi sono modelli offrono una completa stabilità e sono perfetti per chi pratica lo yoga in maniera molto dinamica e tende a sudare parecchio.

Questi ultimi tappetini però possono risultare troppo aderenti per chi pratica uno yoga più morbido, che sfrutta lo scivolamento dei piedi sul tappetino, ad esempio per fare una spaccata.

Per chi predilige le posizioni con scivolamento e per chi pratica lo yoga distensivo, è consigliabile comprare un tappetino da yoga più morbido in superfice e scegliere un modello rivestito di uno speciale tessuto simil velluto.

La differenza sostanziale tra i tappetini totalmente in plastica liscia e quelli con un rivestimento in tessuto sta nella “risposta” al sudore che produciamo.

  • I tappetini totalmente realizzati in plastica, se bagnati dal sudore, tendono a perdere l’antiaderenza.
  • Al contrario, i tappetini rivestiti di tessuto, risultano più aderenti se bagnati.

In effetti non esiste un tappetino antiscivolo al 100%, per questo motivo è bene avere sempre a portata di mano un’asciugamano o, ancora meglio, una “yoga towel“.

Si tratta di asciugamani in microfibra che hanno solitamente le stesse dimensioni del tappetino: una soluzione perfetta per non scivolare quando si suda tanto.

Acquista una yoga towel

36,74€
38,99
disponibile
1 nuovo da 36,74€
Amazon.it
24,95€
disponibile
1 nuovo da 24,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
24,95€
disponibile
1 nuovo da 24,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
19,99€
disponibile
1 nuovo da 19,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
16,99€
18,99
disponibile
1 nuovo da 16,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
13,99€
disponibile
1 nuovo da 13,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
12,99€
disponibile
1 nuovo da 12,99€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 26 Maggio 2020 06:17

Dimensioni del tappetino da yoga

Le dimensioni standard dei tappetini da yoga sono 60 centimetri di larghezza e 185 centimetri di lunghezza.

Tappetini più lunghi sono consigliati per le persone molto alte, mentre per chi frequenta una scuola di yoga piuttosto affollata e vuole godere di maggiore spazio, un tappetino più largo può essere utile.

Materiale del tappetino da yoga

Il materiale del tappetino ne determina la consistenza, l’aderenza, la morbidezza e l’usura nel tempo. La maggior parte dei tappetini da yoga, soprattutto quelli più economici, sono fatti in PVC (cloruro di polivinile), ottimi in termini di antiscivolo e di durata, ma ne esistono parecchi fatti in materiale 100% riciclabili egualmente performanti.

I tappetini in cotone assorbono molto bene il sudore, purtroppo però non tengono molto bene l’aderenza.

Tra i materiali naturali di ultima generazione troviamo lo Iuta, ottimo per chi cerca un tappetino antiscivolo di alto livello e altri materiali come il bamboo, la canapa ed il sughero.

La scelta migliore ricade sulla gomma naturale riciclata, non ha nulla da invidiare al PVC per quanto riguarda il grip e la resistenza ed è perfetto per chi è allergico al lattice. Inoltre, assorbe molto bene il sudore e aderisce perfettamente al pavimento.

Spessore e peso del tappetino da yoga

Un buon tappetino non dovrebbe essere troppo sottile, ci sono dei tappetini da yoga da viaggio molto comodi per essere portati in giro ma per l’uso quotidiano possono dare fastidio alle ginocchia o alla schiena.

Lo spessore ideale per un tappetino da yoga è di circa 4,5 millimetri, oltre questa misura le posizioni di equilibrio potrebbero risultare complicate in quando si affonderebbe troppo nel tappetino, pregiudicando la nostra stabilità.

Ci sono tappetini estremamente pesanti e altri più leggeri, più grande è lo spessore, maggiore sarà il peso.

Acquista un tappetino da yoga da viaggio

45,00€
46,00
disponibile
2 nuovo da 45,00€
Amazon.it
45,00€
disponibile
1 nuovo da 45,00€
Amazon.it
44,95€
disponibile
1 nuovo da 44,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
42,60€
disponibile
1 nuovo da 42,60€
Amazon.it
Spedizione gratuita
39,83€
disponibile
1 nuovo da 39,83€
Amazon.it
Spedizione gratuita
37,39€
disponibile
1 nuovo da 37,39€
Amazon.it
35,98€
disponibile
1 nuovo da 35,98€
Amazon.it
Spedizione gratuita
19,11€
disponibile
1 nuovo da 19,11€
Amazon.it
14,90€
disponibile
1 nuovo da 14,90€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 26 Maggio 2020 06:17

Pulizia del tappetino da yoga

Guarda sempre le istruzioni di lavaggio prima di comprare un tappetino da yoga.

Alcuni tappetini sono fatti in materiale ecologico e quindi vanno lavati e trattati in un determinato modo altrimenti si sgretolano dopo pochi utilizzi.

Prezzo del tappetino da yoga

Il prezzo dei tappetini da yoga vanno da € 40 a € 190, un prezzo medio per un buon tappetino è di circa € 70.

Può sembrare una cifra alta ma bisogna tener conto che un buon tappetino dura tanti anni, anche nel caso in cui si pratichi yoga quotidianamente.

I migliori tappetini da yoga

Qui sotto trovi quelli che, a nostro avviso, sono i migliori tappetini per yoga attualmente in vendita.

Praticare questa disciplina non richiede un grande sforzo economico visto che l’unico attrezzo sportivo richiesto è il nostro corpo.

Quindi, se “salutare il sole” diventerà una tua abitudine giornaliera, l’unica spesa che dovrai sostenere sarà il tappetino.

Per questo motivo è consigliabile spendere qualche euro in più per avere un prodotto di qualità che duri nel tempo e che aiuti la performance.

Altri articoli che potrebbero interessarti