Tastiera: guida all’acquisto

La tastiera è il principale dispositivo di input e uno dei componenti essenziali per il corretto utilizzo del PC. 

In passato, infatti, il mouse prima nemmeno esisteva, c’era solo la tastiera per comunicare con il computer. 

La scelta è molto vasta, oltre alle semplici tastiere si trovano in commercio dei modelli con funzioni in più per gestire, senza l’ausilio del mouse, alcune applicazioni come il lettore multimediale o il programma di posta.

Altre tastiere, più adatte ai gamers, hanno design aggressivi, retroilluminazioni e tasti di ogni genere per gestire facilmente i videogiochi.

Ecco un elenco delle specifiche da conoscere e approfondire prima di acquistare la tastiera per PC più adatta alle diverse esigenze personali.

Tastiera a membrana o meccanica

Esistono due principali categorie di tastiere: quelle meccaniche e quelle a membrana.

Quando sono nate, le tastiere erano tutte meccaniche ma, successivamente, sono state sostituite dalle tastiere a membrana più semplici da realizzare e meno rumorose.

Però, le tastiere a membrana sono meno durature rispetto a quelle meccaniche che risultano anche più precise e proprio per questi motivi, negli ultimi anni, c’è stato un ritorno in auge delle tastiere meccaniche che sono diventate le più popolari e le più apprezzate dai videogiocatori.

Le tastiere meccaniche moderne solitamente durano di più nel tempo perché hanno una struttura più resistente e perché ogni singolo tasto è un elemento separato e sostituibile.

Hanno inoltre un ritorno tattile migliore rispetto alle tastiere a membrana e una migliore risposta alla pressione: qualità che servono soprattutto in ambito gaming.

Le tastiere meccaniche hanno anche un maggiore ritorno audio, cioè il rumore che fanno i singoli tasti è molto più accentuato rispetto alle tastiere a membrana e questo può essere considerato un pro o un contro a seconda dell’utilizzo che se ne fa e del proprio gusto personale.

I meccanismi di pressione della stragrande maggioranza delle tastiere meccaniche tastiere meccaniche sono degli swich Cherry MX, dell’azienda Cherry GmbH.

Esistono diversi tipi di switch Cherry MX, i principali sono Cherry MX Red (leggeri e veloci), Cherry MX Black (sensibili e precisi), Cherry MX Brown (risposta tattile e meno rumorosa), Cherry MX Blue, (risposta tattile e più rumorosa).

Si differenziano tra loro per la forza che serve ad attivarli, dalla lunghezza della corsa, dal feedback tattile e dal rumore.

Nonostante i loro svariati pregi, a causa della loro elevata rumorosità le tastiere meccaniche non sono adatte a coloro che le utilizzano molto per scrivere o comunque ad ambienti comuni come gli uffici.

Infatti le tastiere a membrana sono le più utilizzate negli uffici, spesso più economiche e adatte a chi scrive molto in quanto sono meno rumorose e più comode per digitare velocemente e per più tempo senza stancarsi troppo. 

Le tastiere a membrana sono formate da unico strato di membrana in gomma che copre tutta la superficie interna della tastiera e che separa due circuiti, che vengono chiusi alla pressione di ogni tasto.

Esistono anche le tastiere scissor-switch che sono la variante delle membrane, con due sostegni a forbice rendono la discesa del tasto più controllata.

Le tastiere scissor-switch hanno la corsa del tasto più corta e quindi sono particolarmente sottili.

In sintesi, le tastiere meccaniche sono consigliate ai videogiocatori mentre per tutti gli altri utilizzi sono consigliate le tastiere a membrana.

Ergonomia della tastiera

In termini di ergonomia, non tutte le tastiere sono uguali, sia nel caso delle tastiere meccaniche che di quelle a membrana, la scelta va in base al proprio gusto e alla propria esigenza personale. 

Per quanto riguarda le tastiere meccaniche, avendo i tasti più alti che possono rendere scomodi i click nelle sessioni prolungate, è consigliabile un modello con poggia polsi, preferibilmente morbido.

Su una tastiera a membrana può risultare comoda una forma ergonomica: esistono modelli studiati appositamente per evitare la sindrome del tunnel carpale o altri problemi legati all’utilizzo prolungato del computer.

Sono modelli molto particolari, con i tasti separati in due blocchi curvi disposti a V, alcune persone li adorano e non possono vivere senza, altri li odiano perché non riescono ad adattarsi alla posizione particolare richiesta per l’utilizzo di queste particolari tastiere.

Retroilluminazione della tastiera

Ormai quasi tutte le tastiere hanno un sistema di retroilluminazione, generalmente bianco, simile a quello dei computer portatili.

Questa funzione risulta molto comoda a chi utilizza il computer anche di notte perché, grazie alla retroilluminazione, si riesce ad individuare facilmente la posizione di ogni tasto anche al buio.

Ci sono tastiere retroilluminate a LED che, tramite un piccolo software da installare sul PC, riescono ad effettuare giochi di luce di ogni tipo.

Queste funzioni sono presenti soprattutto sulle tastiere da gaming, le luci sono addirittura sincronizzabili con le funzioni dei giochi stessi e, sui modelli più avanzati, si può impostare un colore diverse per ogni tasto.

Tasti e funzioni aggiuntive della tastiera

Ormai su quasi tutte le tastiere sono presenti dei tasti aggiuntivi per gestire più facilmente alcune azioni senza l’utilizzo del mouse.

Le tastiere più avanzate hanno numerosi tasti programmabili per aprire la posta, gestire la riproduzione musicale o eseguire altre applicazioni.

Su alcune tastiere ci sono dei mini schermi OLED personalizzabili, su altre invece troviamo dei piccoli schermi LCD per visualizzare informazioni come l’arrivo di una mail, il titolo del file MP3 riprodotto o le informazioni sullo stato del computer come, ad esempio, la temperatura della CPU e della GPU o la velocità della ventole di raffreddamento.

Soprattutto sulle tastiere meccaniche, si trovano dei tasti chiamati “macro”, questi tasti sono molto usati dai videogiocatori perché si possono impostare determinate azioni che semplificano l’utilizzo dei giochi.

Ma i tasti macro possono risultare molto utili anche per un utilizzo da ufficio, ad esempio si possono raggruppare una serie di tasti, come la funzione CTRL + ALT + CANC, su di un unico tasto, oppure CTRL + C (per la funziona copia) e CTRL + V (per la funzione incolla).

Tastiera wireless

Con caratteristiche innovative e molto interessanti, questo tipo di tastiera offre diversi vantaggi agli utenti.

Tuttavia, di fronte alla grande varietà di tastiere wireless disponibili sul mercato, fare una scelta appropriata è talvolta problematico.

La tastiera wireless non ha un cavo di connessione e può essere collegata direttamente a un computer tramite Wi-Fi o Bluetooth.

Le tastiere che utilizzano la tecnologia Bluetooth sono le più comode perché non necessitano di ricevitori esterni, ma il segnale è meno potente e consuma di più rispetto al Wi-Fi.

Le tastiere Wi-Fi utilizzano la banda 2.4 GHz e hanno bisogno di un ricevitore esterno da collegare al PC per poter funzionare, il difetto di questa tecnologia è che può fare interferenza con con altri dispositivi che utilizzano la stessa banda, inoltre, il ricevitore richiede una porta USB, che viene quindi occupata come per una tastiera con filo.

Parlando di budget, è bene tenere presente che le tastiere senza filo necessitano di pile per funzionare.

Inoltre sono meno affidabili delle classiche tastiere con filo, in quanto possono avere dei ritardi (anche se spesso impercettibili) tra la pigiatura del tasto e la visualizzazione sullo schermo. Quindi sono sconsigliate per i videogiochi.